Strategie per la gestione efficace dello studio odontoiatrico

Tutte le aziende, grandi o piccole che siano, hanno bisogno, oggi più che mai, di una gestione di tipo manageriale.

In termini di management d’impresa, lo studio odontoiatrico ed il resto delle imprese, sono accomunate dallo stesso obiettivo: fare fatturato e produrre utili. Per raggiungere tali risultati quindi, anche in uno studio odontoiatrico, non sono più necessarie solo le competenze tecnico/cliniche; è necessario sviluppare una serie di competenze che vanno dalla pianificazione delle decisioni (competenze manageriali), al controllo (competenze organizzative), passando per un efficientamento dei costi (competenze economiche), fino ad arrivare ad un’attività di comunicazione strutturata.

La crisi che sta colpendo gli studi odontoiatrici negli ultimi anni può rappresentare una grande opportunità per chi riesce a coglierne le ragioni profonde e trovare delle risposte non convenzionali. Una delle risposte riguarda certamente il ripensamento del proprio approccio alla gestione dello studio.

Le strategie da sviluppare per una gestione manageriale dello studio odontoiatrico riguardano principalmente tre aspetti:

  1. Organizzazione: l’efficienza e l’efficacia della gestione operativa è generata da una corretta pianificazione dei processi organizzativi dello studio odontoiatrico. Questo si traduce, a livello pratico, in gestione degli orari e dei ritmi lavorativi ed anche nella corretta ripartizione delle mansioni tra tutti gli operatori (stabilire ruoli, responsabilità e compiti di ciascuno per rendere più fluido l’intero processo organizzativo)
  2. Controllo dei costi: il controllo di gestione è quel processo che aiuta l’odontoiatra imprenditore a gestire al meglio il proprio studio, assicurando che le risorse vengano acquisite e impiegate in modo efficace ed efficiente per raggiungere gli obiettivi prefissati. Tenere sotto controllo la dinamica costi-ricavi ed incassi-pagamenti, significa assicurare la marginalità necessaria a garantire la redditività dello studio e flussi di cassa positivi.
  3. Comunicazione esterna: la comunicazione è un asset strategico che crea valore, un fattore critico di successo per la sopravvivenza prima e la competitività poi delle organizzazioni. Rendere efficace la comunicazione verso l’esterno dello studio odontoiatrico significa creare nuove opportunità, ampliare il bacino di clientela potenziale per cercare di incrementare la base pazienti acquisita.