Torna all'elenco News

Il rischio nelle nuove iniziative
22/06/2016

Perché molte start up finanziate con il capitale di rischio non sopravvivono al terzo anno di vita?

Una nuova iniziativa imprenditoriale porta con molti rischi e se si volesse annullarli tutti nessun prodotto arriverebbe al mercato. In tutte le iniziative vi è, infatti, una parte vincente e una parte che invece rischia di compromettere il business, l’abilità dell’imprenditore sta nell’identificarle e procedere per gradi.

Troppo spesso si tende ad affrontare i rischi per come si presentano, partendo quindi dalla valutazione dei rischi operativi dell’iniziativa, in questo modo però si rischia di avere una battuta d’arresto successiva nel momento in ci si troverà dinanzi a valutazioni su un mercato non interessante o un mix di prodotti non adeguato. Un approccio di questo tipo non solo inizia a produrre valore da subito, ma fa risparmiare risorse critiche e indirizza più rapidamente l’iniziativa verso la direzione giusta.

I rischi vanno, quindi, individuati e poi risolti in ordine di importanza, occorre prima valutare e arginare i rischi che compromettono il business, poi i rischi sulla direzione strategica da affrontare, e soltanto alla fine i rischi operativi dell’iniziativa, da affrontare con un minimo e con investimenti bassi.

I rischi di business, spesso poco evidenti all’inizio, se non risolti mettono a repentaglio il successo dell’intera iniziativa, occorre in prima battuta porre l’attenzione su ricerche di mercato e sperimentazione del prodotto. Soltanto dopo occorre valutare con consapevolezza i rischi strategici. Le scelte di percorso, se controllate, male causano ingenti perdite di risorse sia in termini di denaro che di tempo. Il terzo step è quello che vede l’imprenditore di fronte ad una miriade di rischi e incertezze operativi da risolvere. In questa fase è importante un approccio costo/beneficio: occorre cioè ottimizzare il rapporto tra quantità di rischio da ridurre e investimento necessario per farlo.

Uno tra gli errori più comuni, infatti è quello di concentrarsi su una tipologia di rischio escludendo gli altri.

Ricordiamoci che non è possibile eliminare tutti i rischi ed è sbagliata la convinzione che siano i rischi a produrre risultati.

I grandi imprenditori non assumono i rischi, li gestiscono!

Newsletter

Rimani aggiornato: iscriviti alla newsletter

Invia

Social

Seguici su

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

CHIUDI