Torna all'elenco News

Conferenza stampa AIOP: Odontoiatria Italiana, un nuovo modo di agire
22/06/2016

Qualità e costi, realtà low cost, nuove strategie di business, trasparenza, fiducia, attenzione al paziente

Queste le 6 colonne portanti dell'intera Conferenza Stampa AIOP, momento di approfondimento sul settore Odontoiatrico Italiano, capace di suscitare grande interesse e di animare l'intera platea intervenuta. 

Grazie alla critica ed intelligente "regia" di Bruno Vespa, Moderatore della Conferenza, e alla guida sapiente e appassionata del Presidente AIOP, Leonello Biscaro, i contenuti sono stati via via presentati agli ospiti in modo chiaro e mai banale, cercando di sviscerare le problematiche che il settore dentistico è chiamato ad affrontare e portando alla luce le possibili soluzioni.

Un primo e fondamentale concetto, ribadito da Roberto Rosso ( di Keystone ): questo particolare momento non deve essere inteso come di pura crisi, ma va interpretato come l'albore di un nuovo scenario, di nuove regole di mercato e di gestione della professione odontoiatrica. Cosa richiede ora il mercato, o ancora meglio, cosa pretendono i pazienti?

  • Capacità di comunicare, flessibilità di orario, una maggiore fruibilità degli studi e una maggiore disponibilità dei medici a fornire informazioni circa le prestazioni e le cure. 

Le barriere del settore si stanno progressivamente abbassando e molto spesso è difficile per i pazienti avere gli strumenti necessari per riconoscere la qualità offerta dagli studi, questo perchè ancora purtroppo, la conoscenza del "pubblico" in merito alle prestazioni odontoiatriche e ai requistiti che queste debbano avere non è ancora sufficiente. 

Particolarmente brillante l'intervento dell'Avvocato Amato, esperto legale che si occupa dei casi di contenzioso tra pazienti italiani e strutture odontoiatriche estere, il quale ha posto un importante monito circa i pericoli che certe tipologie di strutture oltreconfine possono causare ai pazienti che per necessità, si trovano ad affidarsi alle loro prestazioni.

Apprezzatissimo l'intervento di Paolo Di Marco, il quale ha presentato lo studio commissionao da AIOP, inerente all'analisi dei costi di produzione di corone in ceramica; questo studio ha permesso di indagare circa i reali costi della qualità di una prestazione che segue i criteri di eccellenza dell'Accademia ed ha suscitato un forte interesse tra tutti i professinisti presenti in sala e non solo. Lo studio di Pd For ha concesso di individuare un costo di realizzo al di sotto del quale la qualità della prestazione è compromessa e questo è fondamentale per avere orientamento critico in merito alle metodologie di lavoro dei profesionisti presenti sul territorio italiano. Analisi di questo genere sono importantissime dal punto di vista dei pazienti, che attraverso parametri di costo precisi hanno un primo strumento per valutare la serietà a la professionalità degli odontoiatri a cui si rivolgono. 

Interessantissimo anche l'intervento di Laura Filippucci (Altroconsumo) che, confermando i valori presentati dall'analisi Pd For ha ribadito come i professionisti ed i medici che si occupano di odontoiatria (odontotecnici compresi) debbano assolutamente entrare in una nuova dimensione incentrata su dialogo con il paziente, trasparenza e rapporti di reciproca fiducia. 

Le conclusioni finali della Conferenza, sono state sviluppate dal Dottor Biscaro e dal Dottor Bruno Vespa e riguardano essenzialmente la necessità di pensare a nuove soluzioni che consentano ai pazienti, anche a quelli con ristrette possibilità, di accedere a prestazioni mediche di qualià, che non compromettano la salute e la funzionalità biologica della bocca. un principale concetto: qualità sì, e per tutti.

Come sempre, dalle manifestazione e dagli eventi di AIOP traspaiono gli obiettivi primari dell'accademia:

  • attenzione e cura al paziente
  • autocritica che permette di crescere e migliorare continuamente
  • focus sulla ricerca scientifica
  • divulgazione del sapere medico ed accademico nei confronti dei pubblici target di riferimento.

Simona Raccagni

Newsletter

Rimani aggiornato: iscriviti alla newsletter

Invia

Social

Seguici su