Torna all'elenco News

Le tecnologie dell’Industria 4.0
01/12/2016

La complessità e la dinamicità dello scenario competitivo globale è aumentata esponenzialmente nel corso degli anni. Le aziende leader per rimanere competitive e mantenere le loro quote di mercato, oltre ad aver sviluppato e adottato nuove strategie e paradigmi produttivi orientati alla flessibilità, hanno dovuto fare ricorso e abbracciare nuove tecnologie digitali, ritenute da molti la chiave di successo e d'accesso a questo nuovo scenario competitivo.

Le nuove tecnologie permettono un accesso istantaneo ai dati e una manipolazione in tempo reale di questi, consentendo di prendere delle decisioni in un tempo breve e riformulare le strategie aziendali sulla base delle richieste del mercato.  Oltre agli impatti inerenti il trattamento delle informazioni, alcune di queste tecnologie permettono di avere impatti diretti sui processi primari, riducendo i tempi di produzione e di prototipazione, garantendo alle imprese che le adottano un time to market minore, con un conseguente vantaggio competitivo.

Le tecnologie che stanno trasformando il modo di fare business delle imprese sono: 

  • La Stampa 3D che permette di creare economicamente piccoli lotti di produzione di oggetti molto complessi. Peculiarità della tecnologia è la (quasi) indipendenza dei costi dalla quantità realizzata: viene così meno uno dei principali paradigmi della produzione di massa, ovvero quello delle economie di scala. A fronte quindi delle evoluzioni in termini di materiali lavorabili, di velocità del processo di addizione, queste tecnologie stanno superando i confini della sola prototipazione per spingersi sino alla produzione di veri e propri componenti e prodotti. Tale tecnologia viene a oggi impiegata per la produzione di prodotti custom in modo rapido ed economico consentendo alle imprese utilizzatrici di essere più veloci nel servire le esigenze specifiche di ogni cliente.
  • L'Internet of Things (loT) che grazie a sensori integrati e posizionati all'interno dei macchinari, dei prodotti e degli ambienti (case e città per esempio), permette di raccogliere e gestire un quantitativo di dati rilevante, con cui poter monitorare, tracciare, condividere informazioni e pianificare le azioni. Da sottolineare come la sensoristica avanzata, alla base della diffusione di so-luzioni legate al mondo dell'Internet delle Cose, abbia ridotto il proprio prezzo di circa 250 volte negli ultimi cinque anni, divenendo di dominio anche delle PMI.
  • La Realtà Virtuale (RV) che, grazie all'utilizzo di software e tecnologie informatiche, è in grado di ricreare prodotti e processi produttivi in formato digitale, permettendo di testare un maggior numero di configurazioni possibili per la progettazione di nuovi prodotti, per far apprendere agli operatori il livello di rischio di un determinato ambiente e formarli sulle operazioni che questi dovranno eseguire. Tale tecnologia supporta il concetto principale della progettazione, ovvero quello relativo alla anticipazione dei rischi, permettendo di ridurre i costi complessivi dello sviluppo e ingegnerizzazione dei nuovi prodotti, legati a errori non rilevati in fase di progettazione e design.

Queste tecnologie hanno impattato su tutta la catena del valore, dalla progettazione dei nuovi prodotti sino alla loro promozione e commercializzazione. 

Newsletter

Rimani aggiornato: iscriviti alla newsletter

Invia

Social

Seguici su