Torna all'elenco News

5 motivi per investire sulla tecnologia - Daniele Rimini all'Expodental 2017
25/05/2017

Al centro dell’area EXPO3D per la Digital Dentistry Society (www.digital-dentistry.org), Daniele Rimini ha illustrato nel suo intervento i “5 motivi per investire sulla tecnologia. Implicazioni cliniche e manageriali che giustificano l’innovazione digitale”. All'intervento ha partecipato anche il Dott. Gandolfi dello Studio Associato NOVE ARCHI di Bologna (www.novearchi.it)

L’innovazione tecnologica in letteratura viene suddivisa in due principali tipologie:

•    innovazione rafforzativa (o miglioramento), è quella che migliora i processi di erogazione del servizio e la filiera di attività dell’impresa, contribuendo a rafforzarne ed espanderne il mercato. Questo tipo di azione può provocare anche cambiamenti molto importanti nei processi aziendali, ed è volta al miglioramento del quadro (tecnico, organizzativo, commerciale) di mercato in cui l’impresa si colloca;

•    innovazione trasformativa, invece, è quella che produce un cambiamento radicale, che trasforma il quadro di mercato in cui l’impresa si colloca. È l’innovazione che crea nuovi processi, prodotti, servizi e modelli di mercato.

Il concetto di innovazione però non può essere circoscritto solamente alla dimensione tecnologica, ma deve necessariamente essere concettualmente allargato alle tematiche manageriali. Le modalità con cui si pianifica e si realizza la comunicazione di un prodotto/servizio al mercato, assumono oggi una rilevanza significativa e comunque sono parte integrante del processo di creazione del valore dello stesso. Del resto se le imprese vogliono ottenere i migliori risultati possibili da processi di innovazione di tipo tecnologico dovranno necessariamente realizzare, contestualmente a queste, innovazioni di tipo organizzativo e gestionale.

Ma veniamo alle 5 motivazioni principali che spingono all’innovazione

1 – Migliori performance
Recenti ricerche dimostrano che le imprese “innovanti” rappresentano ben il 75% della ricchezza prodotta da tutte le imprese e il 72% dell’occupazione totale a livello europeo. In altri termini le imprese che innovano le proprie attività hanno un peso economico di molto superiore rispetto alle imprese che non hanno intrapreso attività di innovazione.
Fonte: Ricerca "ECI" (Enquệte Communitaire sur l’Innovation) promossa dall’Unione Europea
2 – Creare vantaggio competitivo
Attraverso l’innovazione si possono anticipare i competitor ed avere argomentazioni che si vanno ad aggiungere alla professionalità/competenza clinica per giustificare un diverso prezzo dei piani di cura. L’innovazione “costringe” a stare al passo con i tempi e da una delle risposte efficaci alla domanda che il paziente potenziale si pone: perché dovrei scegliere quella struttura? Sempre che questo aspetto sia correttamente comunicato verso l’esterno.

3 – Impatto fiscale vantaggioso
Con il piano nazionale “Industria 4.0” Il super-ammortamento al 140% per l’acquisto di macchinari nuovi è stato esteso al 2017, con l’aggiunta di un iper-ammortamento al 250% per investimenti in digitalizzazione. Queste sono le principali agevolazioni inserite in Legge di Bilancio 2017 che consentono alle imprese di fare investimenti 4.0 in beni strumentali agevolati. Facendo un semplice esempio sull’acquisto di un attrezzatura dal valore di 30.000€ ci rendiamo conto di quali siano i vantaggi effettivi offerti.

4 – Impatto economico sostenibile
Per valutare l’impatto economico nella gestione dello studio verifichiamo come cambia il costo orario con l’introduzione del nuovo macchinario acquistato a 30.000€. Partendo da una capacità di erogazione delle prestazioni di 5.865 ore (su 3 riuniti) il costo orario è pari a 42,80€. Se invece, come è corretto fare, consideriamo la ore effettivamente lavorate a consuntivo (saturazione del 55%) vediamo che il costo orario risulta essere pari a 77,81€. Inserendo la quota di ammortamento della nuova attrezzatura abbiamo un’incidenza davvero minima pari a 1,86€ all’ora lavorata. In realtà se attraverso questo investimento lo studio riuscisse ad incrementare di un 5% la saturazione (assolutamente fattibile!) il costo orario diventerebbe più basso di quello iniziale senza investimento.

5 – Ottimizzazione dei processi
Volendo raggruppare in due categorie quello che deriva da questa ultima motivazione possiamo considerare gli impatti dell’introduzione dell’innovazione tecnologica in:
•    diretti – se gestita bene sul fronte organizzativo porta in moltissime situazioni un risparmio in termini di tempo (riesco a fare le stesse cose più velocemente e con maggiore sinergia rispetto ad altre fasi) e di costo (meno passaggi, meno materiali utilizzati, diverso approccio alla prestazione, più prestazioni nello stesso arco temporale, ecc.);
•    indiretti -  sul fronte del marketing interno potremo ottenere un maggior senso di appartenenza da parte del personale e dei collaboratori (lavorare in uno studio all’avanguardia tecnologica da sicuramente più motivazioni rispetto ad altre situazioni), mentre sul fronte esterno avremo una leva in più per continuare a fidelizzare i pazienti (lo studio che continua ad innovare da maggiori garanzie di essere seguiti con il massimo dei risultati ottenibili derivanti dall’utilizzo delle apparecchiature di ultima generazione).

E’ possibile vedere tutta la presentazione su Prezi cliccando nel box sottostante.

Daniele Rimini

 

 

 

 

 

 

Newsletter

Rimani aggiornato: iscriviti alla newsletter

Invia

Social

Seguici su

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

CHIUDI