Torna all'elenco News

Realtà Aumentata: Cos’è e perché serve alla tua impresa
06/04/2018

La realtà aumentata nasce per mettere in relazione mondo reale e mondo digitale al fine di sfruttare al meglio l’enorme massa di informazioni e indicazioni generate dai miliardi di dispositivi intelligenti e interconnessi attraverso la rete globale.

AR (o RA in italiano) è l’interazione del mondo virtuale con quello reale attraverso dispositivi digitali. Questo approccio accorcia il divario tra dati e mondo fisico.

Come funziona la realtà aumentata?

La RA si serve di un oggetto o scenario riconoscibile da un dispositivo che sia in grado di generare un output correlando la realtà con in i dati digitali.

La sua efficacia deriva dal modo in cui noi processiamo le informazioni che recepiamo. La vista è il principale senso chiamato in causa (anche se non è il solo), ma potrebbero presentarsi limiti come la capacità di sopportare un carico cognitivo elevato, la velocità di trasmissione e assimilazione delle informazioni.

Quando noi vediamo qualcosa riceviamo moltissime informazioni e ne recepiamo la gran parte perché l’abitudine ci ha spinto ad adattarci alla realtà che vediamo. Ciò significa che un diverso tipo di interfaccia utente basato sulla AR che moltiplica e arricchisce le informazioni ricevibili non presenta un valore aggiunto se non si è in grado di elaborare certi dati.

Perché la realtà aumentata è utile in azienda?

Le motivazioni per le quali è necessaria questa tecnologia in ambito aziendali sono molteplici, le più significative sono:

·         la risoluzione di problemi che senza l’AR non sarebbero risolvibili. Le tematiche più sensibili sono vendite, formazione, marketing, produzione e perfino sicurezza.

·         aggiungere nuovi livelli informativi, in tempo reale e ad alto tasso di interazione usando device mobili di qualsiasi tipo, tecnologie indossabili incluse.

·         per migliorare la consumer experience

·         immediatezza nelle interazioni aziendali

La multicanalità dell'uso della realtà aumentata trova così un percorso di sviluppo interessante e ad alto valore aggiunto perché la qualità e la quantità di dati progettati a supporto dell'interazione, arricchiscono l'experience calandola in un contesto ideale: quando serve e a chi serve davvero.

Un esempio di applicazione semplice della realtà aumentata in azienda è quello di Intel. Qualche anno fa, Intel ha fatto un lancio di prodotto usando la realtà aumentata per la presentazione ufficiale. Sul palco il dimostratore teneva in mano un portatile e dietro, dal megaschermo alle sue spalle, il pubblico poteva vedere le informazioni che, in animazione 3D, spiegavano le funzionalità del processore all'interno di questo computer mostrando anche il lato nascosto del sistema. La realtà aumentata in questo caso ha potenziato la comunicazione riuscendo a semplificare e a rendere più completa e coinvolgente l'interazione, innalzando il livello di attenzione.

Infine come ulteriore applicazione della realtà aumentata abbiamo l’esempio delle officine meccaniche: il controllo delle parti del motore o dell'impianto elettrico per tutte le attività di monitoraggio e manutenzione può essere risolto grazie all'Augmented Reality che offre informazioni dettagliate in overlay rispetto a ogni singola parte su cui si devono effettuare controlli o interventi. Queste informazioni possono essere fisse e apparire come cartelli pop up a fianco delle componenti di cui si necessita ulteriore spiegazione, oppure come videotutorial che, attraverso un filmato in overlay, mostra un tecnico che esegue in modo corretto le procedure di intervento sul macchinario.

Newsletter

Rimani aggiornato: iscriviti alla newsletter

Invia

Social

Seguici su

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

CHIUDI