Torna all'elenco News

Il fenomeno sportivo: generatore di valore sociale
28/10/2019

Lo sport ha un forte impatto sociale, non si limita ad essere un mero prodotto di spettacolo e intrattenimento.

Sono più di 95.000 le società diffuse su tutto il territorio italiano, per un totale di 7 milioni e mezzo i tesserati. Se si contabilizzassero le 82 milioni di ore che i 432.000 volontari destinano alle attività di Associazioni e Società Sportive, il valore corrispondente generato si attesterebbe intorno al miliardo di euro.

Questo è quanto è emerso durante il forum mondiale “Sport Impacts All” svoltosi al Salone d’Onore del Coni di Roma, alla presenza delle istituzioni e di ricercatori provenienti da tutta Europa. Momento di confronto importante per una nuova, e più corretta, interpretazione del fenomeno della promozione sportiva e del valore sociale dello sport. Contesto che rileva nell’esperienza sportiva un momento di formazione motoria, relazionale e psicologica, che collabora alla formazione degli individui coinvolti. Il fenomeno sportivo è parte integrante dello stile di vita e delle condotte individuali di un numero sempre maggiore di individui. Le pagine dei quotidiani ed i programmi televisivi sullo sport sono solo alcuni esempi di come sia uno di quei pochi fenomeni sociali di tale visibilità e risonanza, abbracciando inoltre diversi ambiti, da quello puramente sportivo a quello politico.

È chiaro che questo fenomeno rappresenti in un certo senso lo specchio della società attuale e che abbia ripercussioni di carattere culturale, giuridico, politico ed economico tali da influenzare modelli di vita e comportamenti. Oggigiorno, tali considerazioni possono sembrare scontate e banali, ma l’analisi del ruolo che l’attività sportiva svolge all’interno della cultura sociale, familiare e scolastica in italiana e nel mondo, stimola inevitabilmente alcune riflessioni.

È palese come il contesto normativo, organizzativo e gestionale delle organizzazioni sportive (professionistiche e dilettantistiche) è divenuto sempre più complesso, inoltre i requisiti manageriali richiesti all’interno del settore, in termini di conoscenze e competenze, iniziano a diventare imprescindibili. Il volontariato, sul quale per decenni l’associazionismo sportivo ha fatto perno per operare e svilupparsi, comincia a stentare, soprattutto nel tenere il passo con le ormai sistematiche novità fiscali, contabili e gestionali. La sostenibilità economica delle associazioni sportive, con la contrazione delle sponsorizzazioni private e dei contributi pubblici, esige nuove soluzioni, nuovi ambiti nei quali muoversi per reperire e generare risorse economiche, nuovi strumenti e competenze commerciali, gestionali e organizzative. La mancanza di figure professionali “codificate” e riconosciute, evidenzia il bisogno di ricercare e formare nuove risorse umane all’interno delle associazioni, delle aziende e degli enti preposti.

Occorre rivalutare correttamente lo sport, attribuendogli un valore essenziale per tutta la società civile, leva strategica per lo sviluppo di nuove politiche sociali rivolte alla crescita e al miglioramento del territorio e della popolazione. Tutto ciò potrà avere un impatto significativo solamente quando Associazioni, Società Sportive e dirigenti comprenderanno a pieno tale rilevanza ed il peso che la loro attività può rivestire nel territorio di riferimento generando valore.

Scopri come puoi trarre beneficio dal progetto PDFor Sport qui

Newsletter

Rimani aggiornato: iscriviti alla newsletter

Invia

Social

Seguici su