Torna all'elenco News

La pianificazione e il controllo tramite il diagramma di Gantt
21/04/2020

Uno degli strumenti di supporto alla gestione dei progetti maggiormente utilizzati e conosciuti è certamente il diagramma di Gantt. La funzione di questo strumento è quella di pianificare e rappresentare graficamente le attività di un progetto. Il diagramma di Gantt ha una duplice valenza, consentendo anche il confronto tra lo stato d’avanzamento pianificato ed effettivo.

Il diagramma di Gantt ci mostra: le date di inizio e fine di un progetto, le attività che lo compongono (asse verticale), le attività assegnate a ciascuna risorsa, le date di inizio e fine di ogni singola attività (oltre alla durata stimata sull'asse orizzontale) e l’eventuale sovrapposizione di attività e sovraccarichi di lavoro.

 

 

La creazione di un diagramma di Gantt avviene in base ad alcune fasi ben definite:

  1. Analisi della WBS (Work Breakdown Structure) ed individuazione delle attività elementari, oltre alle interdipendenze tra di esse;
  1. Stimare il fabbisogno di ciascuna attività in termini di ore/uomo;
  1. Definire le risorse da allocare a ciascuna attività, ottenendo così la durata di ciascuna attività;
  1. Definire la sequenza temporale delle attività tenendo conto di vincoli e scadenze inderogabili;
  1. Calendarizzare la sequenza stabilita, in modo da assegnare date precise sia alle singole attività che al progetto nel complesso;

 

I benefici derivanti dall’uso del diagramma di Gantt sono dunque diversi:

  • Aumenta la responsabilità della singola risorsa, mostrando la centralità delle attività assegnate e l’importanza del rispetto delle scadenze;
  • Aiuta ad evidenziare situazioni di sovraccarico delle risorse, consentendo così di distribuire il carico in modo più omogeneo o di ripianificare le scadenze delle attività;
  •  Consente di misurare l’avanzamento delle attività, definendo così i progressi, i ritardi e le eventuali anomalie;
  • Favorisce una migliore organizzazione del tempo delle singole risorse, le quali sono consapevoli della sequenza di attività da svolgere e delle rispettive scadenze;
  • Permette di studiare alternative migliori: una volta individuato il percorso critico grazie al Gantt, è possibile studiare soluzioni volte alla riduzione della durata di alcune attività e/o l’ottimizzazione delle risorse.

 

Se sei interessato ad approfondire il tema del Project Management qui trovi la nostra pubblicazione
 

Newsletter

Rimani aggiornato: iscriviti alla newsletter

Invia

Social

Seguici su